Skip links

Yucca: coltivazione, malattie e sintomi

La Yucca è una pianta da interni resistente e di facile coltivazione. Adatta anche da giardino

Questa pianta preferisce un’esposizione alla piena luce ed al calore, infatti ha bisogno di una temperatura minima di 12-15°C.

Bisogna annaffiarla con moderazione, facendo attenzione che l’acqua non ristagni nel sottovaso. Il terriccio deve essere misto e va concimata da marzo a ottobre con un fertilizzante liquido per piante verdi d’appartamento ogni 15-20gg.

Fiorisce più facilmente nel terreno che in vaso e produce fiori bianchi campanulati. Si propaga con semina in vasi e successivo trapianto a dimora.

Come si coltiva la Yucca?

Questo tipo di pianta va posizionata in un luogo non soggetto a correnti d’aria o sbalzi di temperatura. Da aprile a settembre la Yucca può essere esposta all’aperto, ma in ombra.

Va innaffiata frequentemente durante la stagione estiva (facendo attenzione al ristagno dell’acqua nel sottovaso che potrebbe far marcire il tronco) e raramente in inverno.

Malattie e sintomi

  • Foglie ingiallite: carenza di illuminazione. Trasferire la pianta in un posto luminoso.
  • Foglie ingiallite e secche: cocciniglie. Eliminare manualmente con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool o appositi insetticidi.
  • Macchie grigie sulle foglie: muffa grigia. Utilizzare un apposito funghicida antibiotico.
  • Macchie puntiformi e piccole ragnatele sulle foglie: acari. Trattare con un acaricida e mantenere alta l’umidità intorno alla pianta.

Lascia un commento