Skip links

La pialla: un attrezzo fondamentale per il falegname

La pialla: un attrezzo fondamentale per il falegname

La pialla è un attrezzo che viene usato non solo dai falegnami per il legno, ma può essere usata anche da chi fa piccoli lavori di bricolage o fai da te.

Può essere manuale ma anche elettrica e serve principalmente per rendere più liscio il legno, quelle di tipo manuale possono essere di due materiali o di legno oppure di metallo.

Tipologie e usi

La pialla, che di solito viene usata dal falegname per levigare il legno e prepararlo alla verniciatura è chiamata pialletto, questo vale certamente anche per chi svolge piccoli lavori di fai da te magari per decorare e dipingere il legno con qualche tecnica particolare.

La quantità di legno rimossa dipende moltissimo da quanto la lama sporge rispetto alla base dell’attrezzo.

Ci sono pialle di diverso tipo in base al tipo di lavoro che devono svolgere: ci sono quelle per sgrossare, le pialle per finire e le cosiddette piallone, chiamate così per la loro lunghezza.

La pialla in ogni caso deve essere usata con entrambe le mani e deve essere tenuta in modo molto saldo: la mano sinistra deve prendere l’impugnatura anteriore perché la suola aderisca al meglio; la mano destra è quella che da il ritmo di andata e ritorno che crea i trucioli.

La pialla in legno ha un ceppo con un’impugnatura molto pratica e la base che invece viene chiamata suola; il ceppo è la parte che presenta una feritoia
con una buca che ospita il cuneo di legno, per non farlo muovere nel corso della piallatura.

I trucioli che poi si depositano nella feritoia devono essere accuratamente rimossi; per quanto riguarda invece quelle elettriche, ci sono quelle industriali che hanno non solo grandi dimensioni ma anche elevata potenza.

Lascia un commento