Skip links
come posare il piatto doccia

Montaggio piatto doccia: consigli e considerazioni

 

Dal lavoro di personale esperto si può imparare molto.
Così abbiamo pensato di chiedere aiuto a tecnici idraulici esperti per aiutarvi non solo a capire come si esegue il montaggio del box doccia, ma anche per spiegarvi aspetti molto utili da conoscere preventivamente.
Per montare un box doccia bisogna eseguire alcune operazioni standard che accomunano ogni installazione di prodotti di questo tipo.

Riteniamo possa essere importante avere chiaro in mente come si dovrà operare, sia che si scelga di agire in autonomia che, invece, di farsi aiutare da un idraulico/muratore esperto. Sarebbe, comunque, una decisione di buon senso evitare a priori di dedicarsi al Fai da Te quando non siamo davvero convinti di poter eseguire da soli tutte le fasi giù descritte, utili a montare un piatto doccia insieme ad un box su misura.

Le Fasi dell’Installazione

1. Se dobbiamo sostituire un piatto doccia vecchio o malridotto, dobbiamo prendere le misure e valutare bene la posizione dello scarico per munirci di un piatto doccia nuovo dalle medesime caratteristiche. Se, invece, il nuovo piatto doccia ha dimensioni diverse o si tratta di una prima installazione bisogna rompere la pavimentazione dandogli forma e dimensioni giuste per ospitare il piatto stesso (lo scarico dovrà essere a sua volta portato in posizione)
2. È utile eseguire le verifiche necessarie provando a poggiare il piatto sulla piattaforma creata. Verificate anche la corrispondenza tra il foro sul piatto e la posizione della tubazione discarico.
3. Con il tubo di scarico installato, bisogna realizzare un piano di malta cementizia su cui andremo poi a poggiare il piatto doccia. È fondamentale realizzarla perfettamente in piano e farla asciugare per procedere e montare il piatto doccia.
4. Dopo l’asciugatura della zoccolo in malta, possiamo poggiare il piatto che può essere fissato ai bordi della parete con colla cementizia e al pavimento con silicone specifico.

Cosa valutare nel montaggio del piatto doccia?

Un box doccia può avere dimensioni diverse e prevedere una posizione differente anche per lo scarico, oppure essere più o meno indicato per installazioni a raso oppure con un leggero rialzo al fine di far scorrere bene l’acqua.
Inoltre, se desideriamo acquistare anche un box doccia di ultima generazione, di quelli che hanno molte funzioni (idromassaggio, vaporizzazione, ecc..) , bisogna considerare le loro dimensioni generalmente importati che inficiano inevitabilmente anche sulle dimensioni del piatto doccia stesso.
In alternativa, le strutture classiche e più leggere dispongono di telai che possono essere fissati con viti o collanti e porte scorrevoli decisamente più leggere. Ma bisogna far un ottimo lavoro di isolamento con del silicone antimuffa.
Poi, segnaliamo anche i box doccia per disabili che portano con se la necessità di montare un piatto doccia di dimensioni maggiori, a livello del pavimento per facilitare l’accesso e con tutte le maniglie e gli appigli previste per una maggior comodità d’uso.

Conclusioni

Vale la pena installare da soli il proprio piatto doccia? Dipende. Indubbiamente bisognerà valutare quanta abilità e dimestichezza si ha con le azioni e gli strumenti precedentemente citati e soprattutto quanto tempo si vuole investire in questo lavoro di fai da te livello esperto.
Se ritenete di essere idonei, lasciate un commento qui sotto e magari allegate la foto del vostro risultato!

Lascia un commento