Skip links

Le piante acquatiche: quali sono?

Le piante acquatiche: quali sono?

Le piante acquatiche sono di diverso tipo e come dice la parola stessa devono necessariamente vivere in vicinanza di acqua se non addirittura immerse quasi totalmente nell’acqua; sono decisamente adatte per chi ama avere un giardino in stile giapponese che è davvero molto suggestivo se creato nel modo giusto.
Abbiamo tre tipologie di piante acquatiche: galleggianti, ossigenanti e da laghetto.

Come si coltivano le piante acquatiche?

Contrariamente a quanto si pensa coltivare queste piante, non è poi così semplice; prendendo come esempio una di queste piante come il calamo aromatico è possibile comprendere tutto ciò che serve per coltivare questo tipo di piante.
Prima di tutto deve essere posto in una zona dove la pianta può avere il sole e la mezzombra, predilige terreni molto molto umidi e può essere posta nei pressi di un fiume oppure dei laghetti.
E’ una pianta che resiste molto bene al freddo ma non al caldo per questo in estate deve essere messa al riparo.
Visto il caratteristico odore di limone delle foglie è una pianta usata per diverse preparazioni.

Lascia un commento