Skip links

Come preparare la malta per fare i muri e l’intonaco

Come impastare la malta bastarda per fare i muri e intonaco. Oggi vorrei farvi vedere come fare a impastare la malta bastarda a mano quando non avete a vostra disposizione una betoniera o un miscelatore elettrico. Capita spesso ai muratori di aver bisogno di doversi preparare due secchi di malta così al volo e quindi la preparano proprio nella maniera che vi mostro io.
Per creare la malta bastarda possiamo decidere se comperare i prodotti sciolti. Quindi dovremo acquistare la sabbia , la calce idraulica , e il cemento oppure acquistare direttamente la malta bastarda premiscelata. Diciamo che sostanzialmente la differenza consiste in due categorie di malta, come leggeremo di seguito.

La malta bastarda  premiscelata

Ha come vantaggio la praticità di avere un prodotto già bello che pronto, però ha un costo leggermente superiore e rimane un po’ troppo collosa a mio giudizio. Tuttavia solo in quei casi in cui abbiamo bisogno di fare un paio di secchi alla veloce per fare un lavoro di muratura. In più c’è da dire che se dovete trasportare con la macchina un sacco avete risolto. Solitamente un sacco corrisponde a due secchi colmi di materiale. Poi ci sono in commercio dei sacchi di malta premiscelata, ma che servono appositamente per fare l’intonaco da utilizzare con la macchina intonacatrice. Ma quello è un altro discorso che magari affronterò in un altro post. Poi ci sono ancora un altro tipo di sacchi di malta, che non è premiscelata. In realtà si tratta di sacchi che contengono a loro volta altri due contenitori, dove al loro interno sono contenuti i due elementi. Si sta parlando dell’inerte, ovvero la sabbia e la calce idraulica con il cemento già mescolati. Io sinceramente non prendo mai questo tipo di sacchi perché non lo trovo comodo, dal momento che non si riesce a mescolare bene le due quantità.

La malta Bastarda classica

La preparazione della malta bastarda classica, invece, di riscontro a quella già premiscelata ha il vantaggio di avere alla fine un costo più basso e la possibilità di personalizzare le dosi dei prodotti a nostro piacimento. In poche parole se già utilizzate la malta da un po’ di tempo o volete imparare ad usarla, vedrete che man mano che la usate la vorrete un po’ più dura, più molle oppure più o meno magra il tutto in base al lavoro che state facendo. Quindi, se dovete fare dei lavori abbastanza consistenti e avete lo spazio dove mettere la sabbia e i sacchi della calce e del cemento e avete a disposizione un miscelatore meccanico come la betoniera, forse preferirete il metodo classico. Ricordate una cosa importante: i sacchi di calce idraulica e del cemento non vanno mai appoggiati direttamente per terra, specialmente se siete in un ambiente umido. Piuttosto appoggiateli su dei bancali di legno oppure almeno metteteli su un pezzo di nylon che lo separi dall’umidità, altrimenti nel giro di pochi giorni i sacchi saranno completamente duri e quindi non più utilizzabili.

Lascia un commento