Skip links

Attrezzi per il giardinaggio: il tagliasiepi

Attrezzi per il giardinaggio: il tagliasiepi

Il giardinaggio è un hobby sicuramente molto impegnativo e che necessita anche degli attrezzi giusti per essere praticato.

Per fare un lavoro di ottima qualità si devono avere attrezzi di altrettanta qualità.

Sono diverse le fasi delle piante e per ognuna di esse ci vuole l’attrezzo appropriato, il quale varierà anche in base alla tipologia della pianta, che si tratti di un fiore o meno.

Il tagliasiepi, come dice la parola stessa, viene utilizzato per ridurre di solito l’altezza proprio delle siepi.

Utilizzo del tagliasiepi e manutenzione

Per quanto riguarda la scelta del tagliasiepi viene fatto lo stesso discorso per ogni tipo di attrezzo che ha un volume ingombrante.

Deve essere scelto in proporzione al fisico dell’utilizzatore, altrimenti si rischia di affaticarsi troppo nello svolgere il lavoro.

Può essere alimentato in diversi modi: a corrente, a batteria oppure con motore a scoppio; può, inoltre, avere un peso massimo di 4 kg circa.

Viene usato principalmente per la manutenzione ed il taglio delle siepi, le quali servono non solo per delimitare i confini di una proprietà, ma hanno anche una funzionalità come ornamento degli spazi verdi.

Questo attrezzo possiede una doppia impugnatura ed ha lo scopo di dare alla siepe una forma migliore; può avere un costo minimo di 50 euro fino ad un massimo di 300 euro per i modelli più professionali.

Ma come si fa a far durare molto un attrezzo di questo tipo?

Sicuramente la cosa più importante è mantenere il tagliasiepi sempre pulito, rimuovendo ogni volta anche il minimo residuo di vegetazione.

Non deve essere bagnato con acqua, ma deve essere tenuto sempre all’asciutto; se poi, al momento dell’acquisto, si incappa in un modello con dispositivo anti vibrante, sappiate che è proprio quello il modello giusto da acquistare!

Lascia un commento