LE Distanze delle piante dai confini.

www.geometracardullo.it

Una tra le cause più frequenti, tra i vicini riguarda il rispetto delle distanze fra due proprietà private. Pertanto è opportuno (ogni volta si voglia piantare una nuova piantina che diventerà un fusto), sapere anzitempo a quali dimensioni raggiungerà la piantina. Infatti esiste il c.c. articolo 892 che fissa le distanze che si devono rispettare.

Distanze dai confini - Codice penale .

Il codice civile pertanto in modo generico, individua tre diverse categorie di alberi, con le dette distanze che bisognerà rispettare, abbiamo pertanto: 1) alberi ad alto fusto, distanza di 3 metri dal confine di proprietà; 2) alberi con rami che possono avere un’altezza di 3 metri,dovranno essere posti ad 1,5 metri dal confine; 3) alberi con altezza massima non superiore a 2,5 metri,dovranno essere piantati a 0,5 metri dal confine di proprietà.E’ opportuno però verificare anche le norme regolamentari della polizia urbana rurale dei Comuni dove si va ad abitare. C’è da dire che anche solo le foglie che cadono da un ‘albero di proprietà possono andare ad esempio ad intasare la grondaia del vicino o ingombrare il cortile del vicino. Questo comporta una responsabilità del proprietario dell’albero. Stessa situazione vale per le radici dell’albero, che possono ad esempio danneggiare la recinzione del vicino , o alle costruzioni, condotti, ecc. Nel caso in cui esistesse un muro di confine, non c’è bisogno di fare riferimento alle distanze riferite dal codice civile, purchè le piante siano potate in modo da non superare l’altezza del muro. L’altezza del muro di confine può essere alto fino a 3 metri (vedi articolo 878 c.c.). Ma se per qualsiasi diritto si fosse potuto costruire un muro di maggiore altezza, allora anche la pianta vicina potrà raggiungere la medesima l’altezza. L’importante che non superi l’altezza del muro. Se invece vi fosse presenza di altro tipo di recinzione , quale rete, filo spinato o altro, esso non incide sulle distanze in esame. In tal caso il confinante può però decidere di far estirpare le piante cresciute a distanza non legale, oppure potarle con altezza definita, per rientrare in categoria ben definita. Distanze dal confine stradale: Le siepi e le recinzioni in rete metallica con altezza inferiore al metro devono essere poste a 1 metro dal confine stradale; Mentre 3 metri di distanza dal confine stradale per siepi, piantagioni, e recinzioni con h superiore al metro.Il termine confine stradale significa il ciglio superiore alla scarpata del fossato stradale verso proprietà privata.Invece in prossimità di incroci e curve,valgono le norme del codice della strada che impongono la visibilità. Vi sono poi situazioni, in cui a causa di divisione di terreni si trovano sul confine degli alberi per cui in questo caso fin tanto che l’albero non muoia, si manterrà in quel punto, una volta morto, si potrà rimuovere e piantarne uno nuovo a distanza legale. Frutti pendenti: Se sul fondo del vicino cadono dei frutti di altra proprietà, il vicino potrà prenderli , ma solo una volta caduti sul suo fondo. Un consiglio tuttavia può essere il seguente: per evitare di consolidare delle servitù, è bene (prima di far trascorrere i vent’anni), fare una dichiarazione con il vicino, in cui quest’ultimo riconosce di non avere alcun diritto a tenere l’albero a distanza non legale come da codice civile.

www.geometracardullo.it

Torino 3 giugno 2012 geometra CARDULLO Virginia Jenny Cel.3473067418 

www.geometracardullo.it

p.s.(se si vuole conoscere il meteo del Piemonte,

andate sul sito del geometra Cardullo!!)

Letto 7026 volte Ultima modifica il Martedì, 19 Novembre 2013 15:57
jenny cardullo

Studio Geometra cardullo a Torino.

Libero professionista, iscritto dal 1998, abile, gioioso, propenso per le scelte originali, piuttosto creativo, ambizioso, con tanta voglia di creare.....

 

.....DI TANTO IN TANTO MI PRODIGHERO' NEL RACCONTARVI QUALCHE MIO ARTICOLO, SPERANDO CHE VI POSSA ESSERE  DI AIUTO !

Salve !! mi chiamo virginia, jenny, svolgo la mia attività di libero professionista dal 1998. Ho imparato la professione affiancandomi in uno studio dove vi erano due geometri, un architetto, un ingegnere.

I miei compiti ??   mi occupo innanzi tutto di progettazioni, realizzando proposte di nuove costruzioni, e/o ampliamenti, in edifici già esistenti. Seguo la direzione lavori all'interno del cantiere, come anche tutta la procedura burocratica presso gli uffici tecnici dei comuni di appartenenza. Mi prodigo nella ristrutturazione in tutte le sue sfumature. Predispongo l'arredamento interno, e all'occorrenza la scelta dei materiali e oggettistica varia che non deve mancare all'interno di ogni appartamento. Mi occupo di sicurezza dei cantieri, e mi piace fare consulenza. Ovviamente eseguo pratiche di catasto, e sono sempre presente nel consigliare il cliente per la scelta migliore. Il mio studio inoltre è a vs. disposizione per la redazione di certificazioni energetiche sia per chi vende che per chi affitta. Infine mi occupo di perizie in genere ed altro ancora......

A questo punto non mi resta che dirvi che vi aspetto per qualsiasi vs. problematica e/o consulenza.

A presto!!!                                                      geom cardullo virginia jenny

Studio Tecnico geom. CARDULLO V.J.

via Maria Ausiliatrice n. 48/D 10152 Torino

cel.3473067418 fax. 0114368878 

www.geometracardullo.it | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultimi da jenny cardullo

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Spero che vi è piaciuto l'articolo :-)

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.