Come blindare le porte delle cantine scassinate dai ladri.- Terza Parte

Clicca qui per leggere la seconda parte dell'articolo.

Bene, eravamo rimasti nell'ultima fase del nostro lavoro del rinforzo delle porte delle cantine cioè, dopo averla rinforzata ora aggiungiamo le serrature, premetto che questo tipo di porte da cantina escono già con una serratura ma sono un pò deboli, chiudono si ma si aprono facilmente quindi per forza di cose dobbiamo ricorrere all'aggiunta di altre serrature.

I punti più deboli di queste porte sicuramente sono nella parte più bassa e nella parte più alta della porta, dove viene facile inserire nella fessura che abbiamo tra porta e telaio, un palanchino e da li piegare la lamiera porta come una scatola di sardine, allora dove andiamo a mettere le serrature che ci siamo procurati? Proprio lì nella parte inferiore e superiore delle porte cantina, come nelle foto delle immagini qui sotto (passate il mouse sopra per vederle ingrandite).

Serratura porte cantina

Porte cantina con serrature di rinforzo.

 

Serratura con aste fissata su piastra di ferro

 

Buco nel telaio per aste della serratura

Come vedete nelle immagini qui sopra le serrature delle porte cantina sono state posizionate su delle piastre di ferro una posata esternamente e una internamente in modo da avere un fissaggio della serratura alla porta più robusto, le due piastre interna ed esterna sono state unite con quattro bulloni a testa tonda. Per ultima cosa dovrete fare i buchi nel telaio della porta dove all'interno dovranno andare a scorrere le aste delle serrature. Bene a questo punto avrete una porta per la vostra cantina che sarà difficile da aprire da eventuali malintenzionati, ma come dicevo all'inizio di questo articolo quello dei furti nelle cantine è un fenomeno in forte crescita, quindi  prevenire è meglio che curare. Buon lavoro con il vostro fai da te, saluti a tutti Max.

Letto 13368 volte Ultima modifica il Venerdì, 05 Agosto 2011 05:16
Max faidatecasa

www.faidatecasa.com | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Spero che vi è piaciuto l'articolo :-)

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.